Per coltivare un giardino o un orto biologico è importante conoscere alcuni rimedi naturali che possano aiutare nel contrasto ad alcuni insetti dannosi per le nostre piante.

Oltre a macerati, infusioni e decotti, esistono diverse sostanze che possono essere utilizzate al posto degli insetticidi di sintesi chimica e che ci vengono in aiuto contro gli insetti che parassitizzano le piante coltivate.

Se si riesce ad evitare l’uso della chimica di sintesi petrolifera, come lo sono la gran parte di insetticidi ed anticrittogamici in vendita nei garden center, potremmo portare avanti una coltivazione sostenibile per noi e per l’ambiente evitando l’uso di sostanze nocive per uomo, animali e ambiente.

Il sapone di Marsiglia è un’utile alleato nella lotta contro alcuni insetti a difesa delle nostre piante. È particolarmente utile ed efficace per combattere afidi e cocciniglia.

Questi piccoli insetti sono tra i più frequenti e fastidiosi nemici delle piante coltivate, anche perché oltre ad esisterne molte specie, hanno la capacità di colpire moltissime delle piantecoltivate in orto e giardino.

 

Come funziona il sapone di Marsiglia come insetticida

L’azione insetticida del sapone di Marsiglia è esclusivamente meccanica: il sapone diluito in acqua una volta nebulizzato sul corpo dell’insetto crea una specie di pellicola che ricopre il corpo dell’insetto arrivando a impedirne la respirazione. L’insetto in questo modo soffoca.

Il limite della soluzione saponata è che funziona con efficacia accettabile solo per insetti piuttosto piccoli, come afidi e cocciniglia. Gli insetti di grandi dimensioni con la forza del loro apparato respiratorio riescono a rompere le pellicola creata dalla soluzione acqua+sapone, che risulta in alcuni casi inefficace sugli adulti ed efficace sulle forme giovanili.

I trattamenti col sapone di Marsiglia hanno quindi efficacia esclusivamente per contatto diretto e non restano attivi sui tessuti della pianta; per questo motivo gli insetti che non sono oggetto diretto del trattamento non ne hanno nessun danno. Per questo motivo si tende a ripetere il trattamento con sapone di Marsiglia almeno per un paio di volte a distanza di pochi giorni.

Sebbene gli insetti impollinatori non ne sono generalmente molto disturbati è comunque molto importante non eseguire nessun tipo di trattamento insetticida nel periodo della fioritura, visto che il sapone non ha un’azione selettiva e può essere dannoso per le api e gli altri insetti pronubi.

 

Come usare il sapone di Marsiglia come insetticida

Per combattere gli afidi e la cocciniglia col sapone di Marsiglia dobbiamo scioglierlo in acqua, si può utilizzare qualunque sapone (liquido o solido), purché totalmente naturale e privo di profumi o altre sostanze chimiche.

Il dosaggio adatto è dai 10 ai 20 grammi per litro d’acqua; lo scioglimento è facilitato se fatto in acqua tiepida.

La soluzione acqua e sapone va nebulizzata sulle piante infestate, possibilmente la mattina presto e comunque non nelle ore più calde della giornata.

Share This