Le lavorazioni di settembre in giardino

immagine lavori settembreSettembre è tradizionalmente il mese in cui, con il finire delle ferie estive, inizia un nuovo anno di lavoro e con esso nuovi slanci e buoni propositi per l’avvenire.

In giardino molte piante mediterranee riprendono la crescita vegetativa dopo la stasi estiva e per alcune di loro le forbici da potatura devono restare a portata di mano.

Prato

  • La velocità di crescita del prato riprende a ritmo più marcato e quindi bisogna riprendere con la tosatura regolare, eventualmente anche riabbassando l’altezza del taglio, se nei mesi di gran caldo avevate permesso al prato di essere un po’ più alto.
  • Controllate lo sviluppo delle piante spontanee.
  • Rimuovete gli eventuali aghi di pino, che non mancheranno  se nelle vicinanze ci sono dei pini domestici.
  • Controllate l’irrigazione del tappeto erboso, tornando a una programmazione normale se avevate intensificato le bagnature in luglio e agosto. Fate attenzione però a non ridurle in modo drastico: il sole è ancora forte e nelle giornate calde il prato potrebbe adare in stress idrico.

Orto

  • Continuate le raccolte regolarmente per stimolare gli ortaggi a nuove fruttificazioni; col clima mediterraneo le colture a raccolta estiva, come i pomodori,  vi daranno ancora grandi soddisfazioni.
  • Seminate gli ortaggi a raccolta invernale come cavoli, lattughe, ravanelli invernali e le cipolle resistenti ai rigori invernali.
  • Raccogliete le cipolle primaverili quando la cima è diventata gialla e si è curvata verso il basso.
  • Verificate e nel caso rinnovate la pacciamatura dell’orto.
  • Controllate i tutori e le piante rampicanti.
  • Tenete sotto controllo gli afidi, le lumache e le limacce ed intervenite se necessario.

Arbusti ornamentali

  • Riprendete con regolarità la tosatura delle siepi quando necessario.
  • Rimuovete i capolini sfioriti delle piante annuali e delle perenni.
  • Controllate i tutori e i sostegni per i rampicanti.
  • Riducete l’irrigazione a cicli normali, se l’avevate incrementata nei mesi caldi.
  • Se necessario rinnovate la pacciamatura nelle aiuole e sotto le siepi per controllare lo sviluppo delle piante infestanti.
  • Controllate le aiuole di stagionali con le fioriture estive.
  • Raccogliete i semi delle piante che volete riprodurre.
  • Verso la fine del mese cominciate a piantare i bulbi a fioritura tardo invernale e primaverile.
  • Eliminate i polloni da rose, arbusti e alberi.

Piante in vaso

  • Verificate lo stato vegetativo delle piante al rientro dalle vacanze e rimuovete parti secche o ammalorate.
  • Se necessario effettuate una leggera concimazione liquida per aiutare le piante che avessero sofferto il caldo e dovessero ora essere stimolate a vegetare e/o fiorire. Nel qual caso ricordate sempre che un concime troppo ricco in azoto spesso non favorisce l’emissione di fiori. Se avete dei dubbi ricorrete al buon vecchio stallatico, al limite pellettizzato.

Interventi generali

  • Raccogliete gli aghi di pino a inizio mese e le foglie delle prime spoglianti alla fine.
  • Controllate tutori e legacci, deve essere tutto ben solido.
  • Legate regolarmente i nuovi tralci della ripresa vegetativa delle piante rampicanti.
  • Controllate regolarmente lo stato della pacciamatura per mantenere sotto controllo lo sviluppo delle infestanti spontanee e per aiutare il terreno a mantenersi fresco.
  • Verificate la presenza di parassiti ed eventuali problematiche fungine.

 

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.