Le lavorazioni di giugno in giardino

Giugno è il mese dell’inizio dell’estate. Tradizionalmente dedicato alla raccolta dei cereali, è uno dei mesi di maggiore abbondanza sia in giardino che nell’orto..

Come in tutti i mesi primaverili, anche a inizio estate le cose da fare sono tante…

Prato

  • Continuate a sfalciare a seconda del ritmo di crescita e dell’altezza voluta del manto erboso.
  • Rastrellate l’eventuale muschio dalle zone ombreggiate e seminate un miscuglio di specie da ombra.
  • Controllate lo sviluppo delle piante spontanee.
  • Portate l’irrigazione del tappeto erboso al regime estivo, facendo particolare attenzione alle parti maggiormente esposte al sole diretto nelle ore centrali della giornata.
  • Se non lo avete già fatto a maggio, distribuite del compost maturo, eventualmente arricchito da un po’ di letame maturo o di concime azotato, per stimolare la crescita rigogliosa del prato.

Orto

  • Piantate tutti gli ortaggi a ciclo estivo come le cucurbitacee (zucche, zucchine, cetrioli, cocomeri e meloni ), i pomodori, i peperoni, le melanzane, gli ortaggi da foglia come  le insalate, il mais, le leguminose.
  • Verificate e nel caso rinnovate la pacciamatura dell’orto.
  • Controllate i tutori delle piante rampicanti: le piante cominciano ad essere pesanti e tutto deve reggere bene.

Arbusti ornamentali

  • Rimuovete i capolini sfioriti delle piante annuali e delle perenni.
  • Tosate le siepi e le aiuole topiate asportando parte della crescita primaverile.
  • Controllate i tutori e i sostegni per i rampicanti.
  • Avviate l’irrigazione dei cespugli ornamentali in base alle specifiche esigenze delle diverse specie.
  • Rinnovate la pacciamatura nelle aiuole e sotto le siepi per controllare lo sviluppo delle piante infestanti.
  • Controllate le aiuole di stagionali con le fioriture estive.
  • Potate gli arbusti a fioritura precoce dopo che avranno ultimato la fioritura, come per esempio le clematidi a fioritura primaverile.
  • Eliminate i polloni da rose, arbusti e alberi.
  • Eliminate le foglie completamente appassite dei bulbi primaverili.
  • Estraete dal terreno, ed eventualmente dividete, i bulbi se necessario.

 
Piante in vaso

  • Rinvasate le piante che devono cambiare vaso, aumentandone leggermente la misura.
  • Verificate con molta attenzione l’irrigazione delle piante in vaso, i primi caldi possono essere fatali se l’impianto non funziona a dovere.
     

    Interventi generali

  • Controllate tutori e legacci, la nuova vegetazione pesa e deve essere tutto ben solido.
  • Legate regolarmente i nuovi tralci delle piante rampicanti.
  • Controllate regolarmente lo stato della pacciamatura per mantenere sotto controllo lo sviluppo delle infestanti spontanee.
  • Verificate la presenza di afidi e altri parassiti.

 

 

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.